Sei in » Cronaca
30/08/2017 | 12:55

Si cela del mistero dietro il rogo che questa notte ha raggiunto l'automobile di Antonio Cal˛, Maresciallo dei Carabinieri della caserma di Surbo. I Vigili del Fuoco indagano sulle cause.


I segni lasciati dall'auto bruciata


Caprarica di Lecce. Misterioso incendio scoppiato nella notte nella periferia di Caprarica di Lecce. A finire tra le braccia delle fiamme è stata un’autovettura di grossa cilindrata, una BMW 320, appartenente al Maresciallo dei Carabinieri Antonio Calò.
 
L’auto si trovava parcheggiata regolarmente nei pressi dell’abitazione della famiglia del militare, in via Martano, periferia meridionale di Caprarica.
 
L’allarme è scattato nel corso della notte: lievi i danni riportati – fortunatamente – dal veicolo modello station wagon, che tuttavia è rimasto danneggiato dall’episodio incendiario. Sul posto sono sopraggiunti i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale, seguiti dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Lecce.
 
Non ancora chiare le cause che hanno portato allo scoppio dell’incendio, ma gli inquirenti non si sentono, al momento, di escludere alcuna pista. Si batte, perciò, anche l’ipotesi dolosa.
 
Antonio Calò, giovane Maresciallo dell’Arma, da qualche tempo è a capo della caserma del comune di Surbo. I suoi colleghi indagano sul caso.




La via del misterioso rogo
Via Martano a Caprarica di Lecce
La strada dove Ŕ avvenuto il rogo
Caprarica via Martano
Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |