Sei in » Turismo
02/07/2014 | 16:17

È diventata, edizione dopo edizione, una delle manifestazioni più attese dell'estate salentina. Il 25, 26 e 27 luglio torna a la Caprarica di Lecce l'imperdibile Festa te la Uliata. I palati di migliaia di turisti e visitatori sono avvisati


Un'immagine dell'edizione precedente della "Festa te la uliata"


Caprarica di Lecce. Almeno una volta, nella vita, ciascuno di noi ha utilizzato, anche in maniera scherzosa, la famosa massima «dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei» Anche se è utile, per conoscenza personale, leggere il pensiero di Ludwig Feuerbach sostenitore della teoria secondo cui «l'uomo e ciò che mangia», non è necessario “scomodare” il filosofo per sapere chi siamo e cosa mangiamo.  Il Salento, terra dalle mille risorse e opportunità, accanto agli scenari incontaminati, gli eventi e la cultura tradizionale, le spiagge e il mare cristallino, può vantarsi di possedere un altro primato: quello di essere terra del buon cibo, dei prodotti tipici locali che fuori dai confini locali hanno, letteralmente, fatto scuola. Uno tra questi è sicuramente la puccia con le olive nere.

Ed allora, perché non celebrare uno dei prodotti più tipici e casarecci della nostra cucina, quello che rappresenta il perfetto incontro tra le olive nere dei secolari ulivi e la farina dei grani dorati, con un evento? Caprarica di Lecce ci ha pensato, ben undici anni fa. La cittadina, infatti, è in fermento per l’edizione 2014 della «Festa te la Uliata». La numero 11 appunto.

Torna, anche quest’anno, uno degli appuntamenti estivi più attesi e vivaci, diventato tappa quasi “obbligata” per i tanti salentini e turisti desiderosi di gustare le “Uliate” preparate nei forni, rigorosamente a legna, seguendo sempre la tradizione.  Non solo pucce calde, da riempire a seconda del gusto personale. Negli stand allestiti per l’occasione si potranno trovare altre pietanze pronte a soddisfare ogni palato: arrosti, bruschette, pittule, peperoni e melanzane, parmigiana, frise. Ed ancora i famosi Turcinieddhri, frutta fresca e per gli amanti del dolce anche il tipico spumone, o i dolci delle nonne. Il tutto accompagnato dall'ottimo vino tipico del posto o da un fresco sorso di birra alla spina.

Come se non bastasse, l’evento è organizzato da ActionAid Lecce e quindi ha un fine importante: sostenere le campagne della più grande ONG presente in Italia, ActionAid, impegnata costantemente nella lotta alla povertà nel Sud del Mondo; un riuscito mix tra solidarietà e tradizione in queste “Notti della Solidarietà Salentina”.

Un'altra grande sorpresa sarà la terza edizione della Gara dello Sputo del Nocciolo: tutti pronti a scommettere su chi stabilirà questo simpatico Guinness dei Primati.

Il programma delle tre serate è ricco di eventi e vedrà sul palco la migliore musica tradizionale salentina:
  • venerdì 25 Luglio si parte subito con il nuovo spettacolo de I SCIANARI, un gruppo, un misto tra ricercata tradizione e instancabile folklore.
  • sabato 26 Luglio si alterneranno sul palco la pizzica salentina dei BRIGANTI DI TERRA D’OTRANTO e la disco music dei REWIND fino a tarda notte.
  • domenica 27 Luglio si chiude in bellezza con un gradito ritorno. Sul palco uno tra i più famosi gruppi di pizzica che più di tutti fa ballare le piazze d’Italia, ovvero gli ALLA BUA con i loro tamburelli travolgenti e l'energia che solo un gruppo con questo nome può dare. In apertura GRUPPO FOLK 2000.

L'evento sarà in diretta live streaming

Clicca qui per tutti i dettagli della manifestazione.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |