Sei in » Turismo » Eno-Gastronomia
27/07/2017 | 12:06

Per vivere l'esperienza dell'incontro all'insegna del relax, il ristorante 'Vizio del Barone' di Caprarica ha aperto il cortile interno del suo locale. Una cena in giardino, che offre al cliente i piatti della cucina tradizionale leccese.


Giardino del Barone visto dall'alto


Caprarica di Lecce. L’estate si vive all’aperto, con gli amici, sorseggiando un buon vino e gustando un buon piatto della tradizione salentina.
  
Anche per questo motivo, per vivere l’esperienza dell’incontro all’insegna del relax, il ristorante “Vizio del Barone” di Caprarica ha aperto il cortile interno del suo locale.
  
Una novità targata 2017 che aggiunge un tocco di raffinatezza e completa un’offerta già consolidata che il titolare, Antonio Aprile, presenta, ormai da 15 anni, a turisti e residenti dell’area geografica di riferimento.
  
Mangiare nel giardino del “Vizio del barone” significa calarsi in un’atmosfera di altri tempi, tipica delle nostre realtà di paese, fatta di case a corte con il colore bianco a incorniciare alberi da frutto.
  
Ed è proprio un frutteto lo scenario pensato da Antonio Aprile per la sua cena in giardino, che offre al cliente i piatti della cucina tradizionale leccese, di terra e di mare, crudità dell’Adriatico, arrosti alla brace e ottime pizze cotte al forno a legna.
  
La gentilezza e la professionalità dei camerieri e del personale di sala, coinvolge l’ospite all’interno del circuito di odori, sapori e gusti impreziositi dalle acrobazie gastronomiche dello chef .
  
Il ristorante di Caprarica di Lecce, città dell’olio extravergine di oliva, ha sposato in questi anni innumerevoli iniziative di carattere sociale e culturale e di sostegno al turismo come la quotatissima “cena del turista” che ha portato in tavola i piatti forti della tradizione contadina, preparati con cura e attenzione verso le esigenze più diffuse.




Particolare del Giardino del Barone
Giardino del Barone
Giardino del Barone
Particolare del Giardino del Barone
Giardino del Barone
Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |